10
Gen
08

CONTRIBUTO ALL’IPOTESI DI INDIRIZZI CULTURALI di UnAmletoditroppo

Individuare un percorso politico sociale della ConsultaLa Consulta è una confluenza di pluralità che lavorano in diversi settori della cultura e che attraverso le loro peculiarità creano, in sinergia e nel rispetto della loro autonomia e identità, un confronto e un dialogo teso alla realizzazione di un percorso culturale condiviso sul territorio.
La Consulta delinea una sua proposta culturale  ed elabora strategie d’intervento attingendo a quei valori di cui le associazioni sono portatrici,  considerando ogni proposta non come un valore fine a se stesso ma come indirizzo culturale, idea tra le idee, pensiero tra i pensieri, nella consapevolezza che i valori sono fabbricati e veri nella misura in cui li rendiamo veri con la nostra azione. Affinché si parli di necessità altrui, si deve prima parlare di necessità reciproche  e prima ancora di necessità individuali.

Il rapporto con le Istituzioni.

La Consulta è un organo municipale di partecipazione alle politiche del territorio ed ha carattere consultivo e quindi propositivo. Affinché venga rispettato il ruolo istituito la Consulta deve poter essere informata su tutti i processi in atto da parte del Municipio,ma la Consulta non è un organo politico, è un organo di politica indiretta  che le Istituzioni dovrebbero intendere come prestigioso accesso al territorio.
Pertanto ad esempio la richiesta d’informazioni sul bilancio economico dell’attività passata deve essere strumento per capire le direttive culturali precedenti, per costruire la fattibilità di un’eventuale proposta. Erroneo sarebbe invece porsi dalla parte di quelli che vogliono controllare e giudicare l’operato. Non è la rivendicazione che deve essere forte, ma la proposta.

Presenza della Consulta ai tavoli decisionali

Il percorso della Consulta a nostro avviso non deve seguire l’iter della vita politica del Municipio, ci sembra invece più opportuno trovare dei momenti di sintesi, di confronto con le Istituzioni organizzando anche degli incontri pubblici tematici nei quali non solo la Consulta potrebbe questionare e dibattere con le figure invitate.
Dalla riunione del 20 dicembre erano emersi due possibili tematiche: “Le varie forme di partecipazione” e “Il territorio:spazi, progetti, politiche culturali” .
Al fine di contribuire alla costruzione di un rapporto vivo nel territorio tra i cittadini e le strutture culturali (intese anche come possibili incubatori culturali) ci sembra importante che spazi pubblici come Il Teatro del Quarticciolo possano ospitare questo tipo di eventi.

La Consulta e la Commissione di Programmazione del Teatro Biblioteca Quarticciolo

La Consulta è stata istituita per volontà degli organi Istituzionali del Municipio VII ed è costituita dalle associazioni che nei termini indicati dal bando hanno fatto richiesta di parteciparvi. Pertanto proprio seguendo quelle logiche di collaborazione volute dal Municipio ci sembra pertinente e consequenziale la partecipazione della Consulta alla Commissione di Programmazione del Teatro Biblioteca Quarticciolo.
La partecipazione della Consulta in forma rappresentativa non solo potrebbe garantire quel necessario feed-back tra le realtà del territorio e i molteplici partners istituzionali investiti  nella gestione del Teatro Biblioteca, ma aiuterebbe forse a far emergere il concetto che  nell’associazionismo lavorano professionalità specifiche e qualificate spesso poco riconosciute semplicemente perché meno conosciute.
A tal proposito ci sembra necessario inoltrare in tempi stretti una domanda/richiesta ufficiale d’ammissione alla Commissione di Programmazione indirizzata alle diverse Istituzioni Regionali che governano il settore cultura: Regione, Provincia, Comune, Municipio.  

Indirizzi culturali

Crediamo nel valore e nell’efficacia di proposte che pur definendo degli obiettivi d’intervento precisi li realizzino agendo in modo indiretto su chi ne è destinatario.
Crediamo che ogni direzione progettuale di cultura civile debba intendersi come un’opportunità e un’esigenza di conoscenza dell’altro.
Intendiamo inoltre che elaborare una proposta che possa trascendere da una tipologia d’utenza non significa non tenere conto dello specifico fruitore, ma significa creare diversi livelli d’accesso,  ponti e punti di una comunicazione stratificata.

Cultura Civile, Artistica e Ambientale

In queste tre grandi aree tematiche il raggio d’intervento può essere trasversale, poiché sarebbe inefficace pensare a compartimenti stagni. I mezzi che abbiamo per relazionarci a queste tematiche rispondono comunque al nostro lavoro; pensare diversamente  vorrebbe dire entrare in un campo in cui noi non siamo competenti.

Obiettivi  

Sostenendo che il sapere e il conoscere dell’individuo nella società passa attraverso il suo fare:

– Aiutare lo sviluppo delle attività delle associazioni attraverso l’attivazione di contenitori Culturali con i quali il territorio municipale e non solo possa interfacciarsi;
– Aiutare i processi di tutela della cultura, dei suoi beni materiali ed immateriali  (dal libro al parco);
– Aiutare un processo di confronto e scambio tra individui, di crescita culturale e di conoscenza dell’altro:
-Sostenere i processi d’integrazione culturale.

A chi rivolgersi

 Chiunque

Strumenti

 Tutti quelli che possono scaturire dai saperi di cui ogni associazione è portatrice.

Dove

 Scuole,Biblioteche, Centri anziani, Teatro,Parchi….ogni luogo di scambio possibile.

Risorse

Dall’ambito regionale a quello municipale.

(Non essere necessariamente vincolati alle politiche economiche del Municipio VII.)


0 Responses to “CONTRIBUTO ALL’IPOTESI DI INDIRIZZI CULTURALI di UnAmletoditroppo”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: